Malta – Un Paradiso per i Subacquei

Con temperature che non scendono mai al di sotto dei 15° nel mare cristallino di Malta, l’immersione è davvero uno sport che può essere quasi goduto ogni giorno durante tutto l’anno in quest’isola mediterranea baciata dal sole. Non c’è da stupirsi che le principali riviste subacquee parlino regolarmente Malta e la considerino la migliore destinazione europea per le immersioni e una delle migliori al mondo.

Le tre isole Maltesi vantano di alcuni luoghi di immersione molto interessanti, sia dalla riva che da una barca; relitti e una miriade di vita marina che può essere apprezzata nelle chiare e calde acque. Con una visibilità fino a 40 metri, per gli appassionati di immersioni subacquee è assicurata una vacanza subacquea memorabile a Malta.

Ad esempio, immagina di immergerti tra scogliere a strapiombo, grotte e relitti; questi sono habitat di scogliera da dove spuntano una varietà di flora e fauna. Potrebbe anche esserci la possibilità di vedere un intero banco di diverse specie di pesci come cernie, ricciole, polpi e altri. Guardare ma non toccare alcuni pesci come pesce scorpione e altri che possono essere pericolosi.

Malta è anche sede di una vasta serie di scuole e centri di immersione subacquea accreditati che mettono anche a disposizione un medico. Se avete già la licenza, ricordatevi di presentare i certificati di immersione; PADI, BSAC, CMAS, SSI, ecc. presso il centro immersioni. Come sempre, se non vi tuffate in un gruppo, sei legalmente obbligato ad avere un compagno di immersione con voi.

Per quanto sia fantastica, l’immersione può essere pericolosa, quindi se sentite che non dovreste tuffarti in un particolare giorno o situazione, allora non lo fate – Seguite sempre l’istinto!

Godetevi le immersioni ma fatelo in sicurezza per favore – voi siete più belli dei meravigliosi mari maltesi!

Leggi anche il nostro blog post riguardo cosa fare e dove andare a Malta.

James Davis è il COO di Bay Street Group che gestisce be.HOTEL

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *